venerdì 3 febbraio 2012

Anche la mia su Ferro



Non mi è mai piaciuto Tiziano Ferro,  né fisicamente né artisticamente. E mai mi piacerà.
Ricordo ancora la prima volta che ascoltai il singolo che di li a poco lo lanciò nel mondo discografico: Xdono. (2001)
Era estate, ero giovane, ero intento a restaurare una Kitchissima scultura per una vecchia signora, era semplicemente orribile, la scultura intendo! ma pur di racimolare dei soldi extra accettai di buon grado di darle una sistemata, contro ogni principio morale, per uno che voleva fare l'artista!
dopotutto sono una puttana come chiunque, e come per tutti è solo questione di prezzo. basta sapere quanto...E per me  il compenso  fu buono.
Tornando a Tiziano, ricordo che la canzone mi lasciò perplesso ma si sa l'euforia dell'estate  ti fa piacere di tutto e ti ritrovi a cantare le canzoni in spagnolo, Brithny Spears (ma c'era già?)  e perfino i latini con convinzione, ti porta a credere che  dopotutto, Xdono non doveva essere poi il male peggiore. 
Gli altri singoli che seguirono mi dettero la conferma che semplicemente non avrei mai comprato un suo disco, ne successivamente scaricato suoi brani nel mio Mp3.
tra l'altro la sua aria da bravo ragazzo mi stava un po sugli zebedei, ne tanto meno il mio G.R aveva dato segni di una possibile omosessualità del suddetto cantautore.
Con gli anni però tante voci, sempre più insistenti mi dicevano che Ferro "lo era"...
-ma dai?? lui?? non ci credo...ma sei sicuro?
-si mi ha detto un amico di un amico che.....
e così via.
L'anno scorso il patatrak! clamorosa rivelazione  urbi et orbi della sua omosessualità.
In quel periodo si lesse e si disse un pò di tutto, addirittura che lo aveva rivelato solo per incrementare le vendite del suo (primo) libro, come se uno che vende milioni di dischi accetta di sputtanarsi per vendere qualche copia in più di  un libro, che i suoi fan avrebbero comprato ugualmente, col rischio poi di perdere lo zoccolo duro delle famigerate fan ragazzine, innamorate del loro idolo.
Del resto tanti cantanti e attori preferiscono non rivelare la loro natura in fatto di gusti sessuali per pure regole di mercato.
Concetto non lontano dal pensiero di Hitler che non si sposò mai sino all'impellente morte perchè voleva mantenere un filo diretto col suo elettorato femminile, affermando che ogni donna del terzo Rich doveva nutrire la segreta convinzione di poter un giorno sposare il suo Furer.
Tonando a noi, dicevo, ne ho sentite di ogni, e molto triste è stato leggere i tantissimi commenti, e relative discussioni che subito dopo il suo coming out si affollarono sotto i suoi video caricati su youtube: non era più la sua musica ad essere messa in discussione ma se fosse giusto o no ascoltare i suoi brani, in quanto gay, chi diceva che non sarebbe cambiato nulla e chi addirittura non lo avrebbe più ascoltato, ne ho lette di ogni e purtroppo credo che qualche commento coglione lo leggeremo ancora per molto tempo e ho pensato: - ma chi glielo ha fatto fare???
Curiosissimo ho però atteso la prova del nove: il nuovo album.
Un successo. Le vendite sempre al top, i passaggi in radio sempre presenti e martellanti e i brani del solito Tiziano con i suoi   uuuu! eehhh!! ooooh.
Quasi non è cambiato niente. Sono stato contento per lui!
Umanamente lo ammiro tantissimo,  ha fatto del bene con la sua aria da bravo ragazzo, ha fatto capire e temere, in alcuni, che dietro ogni ragazzo col viso pulito, l'aspetto un pò goffo e coi capelli con la riga di lato può "celarsi un omosessuale!"






19 commenti:

  1. chi ha fatto outing nell'ambito artistico, sono pochissimi, ancora meno in quello femminile.
    Non ben capito se sia tabù rivelare la propria omosessualità o bestemmiare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti le donne sono un po' latitanti. Italiane non me ne viene in mente nessuna (eppure ce ne sono...).
      PS. outing è quando sputtani qualcuno dicendo che è lui è gay. Quando lo fai volontariamente si chiama "coming out" :)

      Elimina
    2. ti perdoniamo... hihhihihi

      Elimina
    3. FABRAX nella vita quotidiana, il fatto che le donne possano permettersi una serie molto larga di effusioni e dichiarazioni di affettività le scherma da tutta una serie di sospetti che per gli uomini, se avvenissero in pubblico sarebbero subito stigmatizzate come atteggiamenti gay. quindi diciamo che vivono una condizione più ovattata, che magari le preserva dal doversi rivelare... quindi di riflesso genera meno coming out nel mondo dello spettacolo?

      Elimina
  2. Qui a Roma di Ferro si sapeva fin dai primissimi esordi. Del resto si sa che più la città è grande e più "l'ambiente è piccolo" e giocoforza capita sempre di conoscere qualcuno che è stato a letto con qualcun altro.

    Sinceramente non mi interessa se nel suo comign out ci sia stata o meno una componente tattica. Contando che in Italia ci sono artisti che portano avanti carriere quarantennali, incentrate magari proprio sull'ambiguità, cercando ridicolmente di lasciare il presunto dubbio... direi che c'è poco da stare allegri.
    Di solito le scuse più gettonate sono: "la mia vita privata non deve interessare al pubblico/chi entra nel mio letto sono solo affari miei/parliamo solo della mia arte non di altro, bla bla bla..." tutte argomentazioni plausibili per carità, ma la realtà è che un paese per evolvere non ha bisogno di segreti di Pulcinella ma di persone che si sappiano prendere il rischio della verità. Sforzo encomiabile soprattutto quando avviene, come nel caso di Ferro, all'apice della carriera e non sul viale del tramonto come ultima carta da giocare per raccattare qualche copertina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI GRAZIANO quanti si nascondono dietro un dito.... hahahah come dici tu, se lo sanno tutti perchè negare l'innegabile? chi lo fa per far ritornare a parlare di se una volta caduti nel dimenticatoio che sfigati...

      Elimina
  3. invece a me piace molto!non tutto è logico,ma è capitato di ascoltarlo molto in certo periodo della mia vita e mi è stato di "conforto".sono contento per lui e credo anch'io che il suo esporsi faccia bene.lo ammiro,anche se dico un'ovvietà, per uno come lui fare coming out è stato molto più "semplice" che per uno come me con un passato e un presente in un ambiente di provincia, chiuso!!
    lost

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lost se ti piace la sua musica chi sono io per giudicare? anzi!! sono contento che hai tratto dalla sua musica un pò di conforto per te stesso, dopo tutto, "alla fine della fiera..." a quello serve la musica.... :)

      Elimina
  4. Sinceramente la sua musica non mi piace, ma ho visto delle interviste e mi pare una persona molto intelligente.
    Ognuno ha i suoi tempi, il coming out non è facile, questa fase la sto vivendo proprio in questo momento. Ci sono giorni positivi ed altri in cui mi sento uno schifo.
    Non dobbiamo ridicolizzare i sentimenti di una persona, la società italiana come può darti tanto, può anche distruggerti (nel vero senso della parola).
    Nato Stanco non dire quando ero giovane, queste affermazioni non mi piacciono, l'età è una cosa relativa.
    Buon Pomeriggio

    RispondiElimina
  5. Ah dimenticavo ma quell'immagine è un quadro? Mi pare un quadro che si trovava in una mostra a Villa Olmo a Como, l'artista non me lo ricordo, ma faceva quadri così con colori e dimensioni differenti! Forse mi sbaglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amleto non posso aiutarti, l'ho presa a random all'una di notte ieri... molti artisti hanno dipinto tele a campitura piatta di colore, tipo gli espressionisti astratti geometrici, o come klein che dipingeva tele blu in polvere di lapislazzuli... cercavo solo il "Rosso Tiziano" tutto qui...

      Elimina
  6. Ho capito, il "Rosso Tiziano" con Tiziano Ferro e Rosso Relativo..... Si sono un po' tardo, va beh.... Sarebbe il pittore veneto?!
    Comunque ha la mia stima, io non sarei riuscito a fare un legame del genere.....

    RispondiElimina
  7. è giusto il tuo ragionamento iniziale,non il secondo passaggio: un conto è Tiziano il pittore, un conto è rosso-tiziano che è una gradazione di rosso,che prende dal pittore il nome, ma è solo un tipo di colore rosso come può esserlo il carminio, il magenta e così via.... speri di essere stato chiaro..

    RispondiElimina
  8. Conosco bene questo colore, mia madre dice che mia sorella ha i capelli rosso tiziano (io non ne sono mica certo, mah), la paragona a me e dicendomi: tu hai i capelli color africa. Ti rendi conto, ecco da dove vengono alcune delle mie turbe....
    Lei (mia madre) essendo una sarta, sa tutti i colori, spesso litiga con le commesse perchè non sanno i veri dei colori.

    RispondiElimina
  9. A me lui è sempre piaciuto, ho un bebbole per i bravi ragazzi :p Dal punto di vista musicale invece è sempre stato amore e odio, più i brani che ho amato però di quelli che non mi sono piaciuti...

    Sapere del suo coming out mi ha fatto molto piacere, sono sempre stato dell'opinione che questo genere di rivelazioni fatte da chi ha tanto ascendente sui giovani sia sempre un passo avanti nella comprensione che l'omosessualità non è poi una cosa tanto strana... lui poi nel fasrlo ha corso un bel rischio... e sono stato lieto di sapere che la cosa lo ha premiato e non punito..

    RispondiElimina
  10. Musicalmente... alcuni brani li adoro,altri li aborrisco letteralmente (es. Rosso relativo). Ho sempre comprato da iTunes solo quelli che mi piacciono, mai un album intero.

    Lui come personaggio mi piace. Il suo coming out lo leggo come una sua "liberazione". Un personaggio così pubblico sempre paparazzato avrebbe campato troppo male.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In,co, nell'ambiente si sapeva, soprattutto a Roma... cmq è stato onesto a rivelarlo.
      c'è gente che negli anni settanta girava con pailletes e piume di struzzo e stivaloni coi tacchi, e adesso dice che non è mai stato gay.. capisci a chi alludo...

      Elimina